Il biologico italiano in movimento
Home » Etichettatura e normativa

Etichettatura e normativa


L’Agricoltura Biologica è un metodo di produzione definito a livello comunitario con il Reg. CE 834/07 e a livello italiano dal DM 220/95.

Il Reg. CE 834/2007 ribadisce i principi fondanti fissati dalla normativa precedente e l’insieme coerente di obiettivi, principi e norme fondamentali sulla produzione biologica, assicurandone l’applicazione in tutte le fasi di produzione, preparazione, commercializzazione e importazione di prodotti agroalimentari biologici.

Il Regolamento chiarisce la disciplina in materia di OGM, ribadendo l’assoluto divieto di utilizzarli nella produzione biologica e rende obbligatorio (a partire da luglio 2010 - Reg. UE n. 271/2010) il marchio UE in etichetta per i prodotti di origine comunitaria. La sua presenza rende più facilmente individuabile il prodotto e le garanzie che porta con sé.

Il nuovo Regolamento non modifica l’elenco delle sostanze naturali sin qui autorizzate in agricoltura biologica  per la fertilizzazione e la difesa delle colture, né di quelle ammesse nella trasformazione e ha introdotto con il Reg. UE n. 203/12 le specifiche per la trasformazione del vino e con il Reg. CE n. 710/09 ha disciplinato il settore dell’acquacoltura.

 

 

 

 


Attività di informazione e divulgazione del settore dei prodotti biologici realizzata da UPBIO nell'ambito della Mis. 133, PSR 2007/2013, determinazione n.718325 del 29/12/2014 - Codice domanda n.8475921024.

 

 

PSR Regione Lazio 2007/2013 - Misura 133 - Sostegno alle Associazioni di produttori per le attività di promozione e informazione riguardanti i prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare.